M'ARID AL KITAB - esposizione del libro sulla cultura araba e sulla religione Islamica

9/10 Giugno 2012 - San Paolo d'Argon (BG)


PER INFORMAZIONI SCARICA QUI IL VOLANTINO



martedì 26 maggio 2009

i Credenti e la loro Estraneità


بسم الله الرحمن الرحيم

TIPI DI CREDENTI SECONDO LA LORO ESTRANEITA'

I credenti in questa categoria possono ulteriormente essere divisi in molte categorie. Tra loro vi è colui il cui cuore è attaccato al Paradiso. E tra loro vi è colui il cuore è attaccato al Suo Creatore. E questi sono gli 'Arifun (coloro che hanno completa consapevolezza di Allah). Forse il Comandante dei Credenti, 'Ali (radiAllahu 'anhu), è stato soltanto indicato in questa categoria. Pertanto gli 'Arifun hanno i loro corpi in questo mondo, mentre i loro cuori sono con il loro Custode (Allah).

E dal Marasil di al-Hasan, il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) ha riportato che Allah ha detto:

"I segni della purezza sono che il cuore del servo è attaccato a Me. Quindi, se è così, allora egli non dimenticherà in qualunque condizione. E se è così, lo benedirò con il pensiero del (suo tempo con) Me, in modo che egli non si dimentichi di Me. Perciò, se non si dimentica di Me, Io cambierò il suo cuore. Così quando parla, egli parlerà per il Mio Amore e quando rimane in silenzio, rimarrà in silenzio per Mio Amore. Egli è colui al quale ho dato assistenza da Me Stesso."

La gente di questa condizione sono gli stranieri tra gli stranieri e la loro estraneità è la più grande delle estraneità.

TIPI DI ESTRANEITA'

In verità, l'estraneità alla luce di quelli che hanno seguito il suo sentiero, è di due tipi:

L'apparente

L'estraneità di coloro che correggono se stessi e gli altri in presenza dei malfattori
L'estraneità dei sinceri davanti alla gente dell'ipocrisia e di coloro che ostentano
L'estraneità degli studiosi in presenza della gente ignorante e che possiede cattive maniere
L'estraneità degli studiosi alla ricerca della prossima vita in presenza degli studiosi di questa vita terrena, che sono quelli privati del timore e dell'umiltà (di Allah)
E l'estraneità degli asceti in presenza di coloro che si rivolgono a ciò che si esaurisce e non rimane

Il nascosto

L'estraneità dei propri desideri - ed è l'estraneità degli 'Arifun in mezzo all'intera creazione, che include anche gli studiosi, gli adoratori e gli asceti. Poichè in verità questi (tre) si fermano al punto in cui la loro conoscenza, la loro adorazione ed il loro ascetismo li portano. Ma questi individui si fermano soltanto quando raggiungono Colui che adorano e i loro cuori non deviano via da Lui.

Questo è ciò che Abu Sulaiman Ad-Darani diceva riguardo i loro attributi: "Il loro desiderio non è come il desiderio della gente. E il loro desiderio è per l'Altro Mondo al contrario dei desideri della gente. E la loro supplica non è come la supplica della gente."

E ad egli (rahimahullah) una volta è stato chiesto riguardo quale fosse la migliore delle azioni, così egli cominciò a piangere e disse: "E' quella che Egli prende sul vostro cuore

Yahya Ibn Mu'adh (rahimahullah) ha detto: "Il Zahid è lo straniero di questo mondo e il 'Arif è lo straniero dell'Altro Mondo."

Egli sta indicando che colui che abbandona la vita terrena è uno straniero in mezzo alla gente di questo mondo, mentre colui che è consapevole di Allah è uno straniero in mezzo alla gente dell'Altro Mondo. Pertanto, nè gli adoratori nè gli ascetici saranno in grado di riconoscerlo.

In verità, soltanto coloro che sono simili a lui e i cui desideri sono simili ai suoi desideri, saranno in grado di riconoscerlo. O forse tutte queste strane qualità o di più o alcune di esse saranno riunite nel 'Arif (colui che è consapevole di Allah). Quindi non domandate della sua estraneità, a quel punto. Quindi gli 'Arifun sono soprattutto la gente di questo mondo e dell'Altro.

Yahya Ibn Mu'adh (rahimahullah) ha detto: "Il 'Abid (adoratore) è ben conosciuto (tra la gente) mentre il 'Arif (colui che ha conoscenza) è nascosto (sconosciuto).

E forse la condizione del 'Arif è nascosta anche a se stesso, a causa dell'occultamento della sua condizione e i cattivi pensieri che egli riserva per se stesso.

Ibrahim Ibn Adham (rahimahullah) ha detto: "Non ho visto questa materia tranne che in un uomo che non sapeva di essa riguardo se stesso, nè che la gente lo conoscesse."

In un hadith di Sa'ad (radiAllahu 'anhu), il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) ha detto: "In verità Allah ama il servo che è timorosamente sottomesso ad Allah (ovvero, che ha Taqwa), che è prospero e che è nascosto." [38]

E nel hadith di Mu'aadh Ibn Jabal (radiAllahu 'anhu), il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) ha detto: "In verità Allah ama i giusti, coloro che possiedono Taqwa, coloro che sono nascosti. Quando essi sono assenti, non vengono dimenticati. E quando essi sono presenti, non vengono riconosciuti." [39]

Questi individui sono le strade della guida e i lampioni della conoscenza.

'Ali Ibn Abi Talib (radiAllahu 'anhu) ha detto: "Tuba (il bene) è per ogni servo che non conosce la gente nè la gente conosce lui, giusto Allah lo conosce per Se Stesso, essendo compiaciuto (di lui). Questi sono le stelle della guida. Ogni male oscuro è stato rimosso da loro."

Perciò questi individui sono i più specifici (ovvero, pochi) degli stranieri. Ed essi sono gli unici che fuggono dalle prove, per amore della loro Religione. Essi sono gli unici che estraggono se stessi dalle loro famiglie e che saranno resuscitati con 'Isa Bin Maryam. Ed essi sono alla presenza degli abitanti dell'Altro Mondo, più onorabili delle torce ardenti. Quindi, qual è la loro posizione tra gli abitanti di questo mondo? La loro condizione è per la maggior parte nascosta da questi due gruppi (gli abitanti di questo mondo e dell'altro).

[38] Sahih Muslim (4/2277)
[39] Questo hadith è stato riportato da Al-Hakim nel suo Al-Mustadrak (1/4) e lo ha autenticato. Adh-Dhahabi concorda

[Imam Ibn Rajab Al-Hanbali (rahimahullah) - da "Kashf-ul-Kurbah fi wasfi Hali Ahlil-Ghurbah" (Alleviare i danni nella descrizione della condizione degli stranieri)]

2 commenti:

Ukht1 ha detto...

فطوبى للغرباء فطوبى للغرباء

MUJAHIDA ha detto...

فطوبى للغرباء

فطوبى للغرباء

فطوبى للغرباء