M'ARID AL KITAB - esposizione del libro sulla cultura araba e sulla religione Islamica

9/10 Giugno 2012 - San Paolo d'Argon (BG)


PER INFORMAZIONI SCARICA QUI IL VOLANTINO



domenica 7 dicembre 2008

animali preferibili da sacrificare


بسم الله الرحمن الرحيم

domanda: qual è meglio per il sacrificio, un montone o una mucca?

risposta: il migliore sacrificio è un cammello, poi una mucca, poi una pecora, poi una parte di un cammello o di una mucca, poichè il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) ha detto riguardo Jumu'ah:

"Chi arriva nella prima ora, è come se avesse sacrificato un cammello..." [1]

Il punto qui è che c'è un ordine di preferenza tra i cammelli, le mucche, le pecore nell'avvicinarsi ad Allah attraverso il sacrificio. Il sacrificio è senza dubbio uno dei più grandi atti di culto attraverso il quale si può attingere a una maggiore vicinanza ad Allah. Un cammello è più prezioso e più utile. Questo è il punto di vista dei tre Imam - Abu Hanifah, al-Ahmad e Shafa'i. Malik ha detto: Il migliore è una giovane pecora, poi una mucca e poi un cammello, perché il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) sacrificò due montoni, ed egli (sallAllahu 'alayhi wa sallam) non faceva qualcosa se non quello che era meglio.
La risposta è che il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) a volte sceglieva l'opzione che non era la migliore opzione, se non per bontà verso la sua Ummah, poichè essi seguivano il suo esempio. Egli (sallAllahu 'alayhi wa sallam) non ha voluto rendere le cose difficili per loro. Egli ha dichiarato che il meglio è un cammello, poi una vacca, poi una pecora come sopra indicato. E Allah conosce meglio.

[1] nota personale: il hadith a cui si fa riferimento, è il seguente:
"Chi arriva alla prima ora, è come se avesse sacrificato un cammello. Chi arriva nella seconda ora, è come se avesse sacrificato una mucca. Chi arriva nella terza ora, è come se avesse sacrificato un montone con le corna. Chi arriva nella quarta ora, è come se avesse sacrificato un pollo. Chi arriva nella quinta ora, è come se avesse sacrificato un uovo."
[narrato da Al-Bukhari, 881 e Muslim, 850]

[The Permanent Committee for Islamic Research and Fatawa - Fatawa al-Lajnah al-Da’imah 11/398]

"Il miglior sacrificio è un cammello, poi una mucca, se uno offre l'intero animale, poi una pecora, poi una capra, poi un settimo di un cammello, poi un settimo di una mucca."

[Shaykh Ibn 'Uthaymin - da "Ahkam al-Udhiyah"]

Il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) ha detto: "Non sacrificate qualcosa, se non un musinnah; se quello non è disponibile, allora sacrificate una pecora jadh'ah (una che abbia più di un anno di età). [musinnah è un cammello, una mucca o una pecora di due anni o più di età]

[Narrato da Muslim, 1963]

2 commenti:

Anonimo ha detto...

come ho sempre saputo la pecora è l'animale che si deve sacrificare perchè ad Abramo era scesa la più grande pecora.

Mujahida ha detto...

بسم الله الرحمن الرحيم

As salamu aleikum wa rahmatuLlahi wa barakatuhu, innanzitutto.

Premessa: non ho la pretesa di spiegare materie in cui non ho conoscenza, se non da autodidatta.

Tre madhahib sulle quattro maggiori riconosciute nella giurisprudenza Islamica, concordano sul fatto che non vi sia una preferenza nel sacrificare una pecora sugli altri animali, anzi che piuttosto vi siano altri animali che hanno la priorità nel sacrificio.

Nel Qur'an,come hai citato, viene raccontata la significativa storia del profeta Ibrahim ('alayhis salam), ma non è stato in nessuna maniera legiferato da Allah ta'Ala che il credente debba sacrificare una pecora piuttosto che un montone. Anzi, ti riporto questo aya inequivocabile:

"E per ogni nazione abbiamo stabilito le cerimonie religiose, in cui essi possano menzionare il nome di Allah sulla bestia da bestiame (=> an'am) che Egli ha dato loro per cibo."
[sura Al-Hajj,34]

Nel testo arabo (traslitterato): "Bahīmati Al-'An`āmi (animale an'am). E gli animali an'am sono i cammelli, i bovini, gli ovini e i caprini. E questo è affermato dalla totalità dei grandi studiosi...da An-Nawawi ad Ibn Kathir (per citarne due che senza dubbio sono ben conosciuti).

Come puoi valutare tu stesso, Allah non ha parlato di un sacrificio tale da emulare quello richiesto ad Ibrahim ('alayhis salam). Piuttosto ha dato una chiara indicazione sul tipo di animale...ovvero un animale an'am. E il significato di an'am è stato ben chiarito.

Questo per ciò che riguarda il Libro di Allah ta'Ala.
Passando alla Sunnah del Profeta Muhammad (sallAllahu 'alayhi wa sallam)...è riportato il hadith narrato nei due Sahih (di Al-Bukhari e Muslim), come citato nella fatwa -il cui hadith ho scritto per intero così da essere chiara-.

Ibn Qudamah Al-Maqdisi, in Al-Mughni (13/666), afferma che il migliore sacrificio sia quello del cammello. Ma poichè l'obiettivo del sacrificio è il versamento del sangue, allora una pecora può risultare meglio di un cammello. E un montone meglio di una pecora femmina, perchè il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) era solito fare così e perchè la carne è migliore.

Ovviamente il Profeta (sallAllahu 'alayhi wa sallam) non avrebbe mai messo in difficoltà la sua Ummah. E certamente è innegabile che il sacrificio alla portata di tutti non sarebbe potuto essere quello di un cammello o di una mucca...ma piuttosto di una pecora (o un montone).

Fratello (o sorella), ti ho riportato le evidenze del Qur'an e della Sunnah e il parere della maggior parte dei sapienti e delle tre delle quattro maggiori scuole giuridiche.

Il fatto che la tradizione araba voglia il sacrificio di una pecora o di un montone (Muslimin di varie nazioni mi hanno comunque detto che spesso si sacrifica altro animale), non necessariamente deve corrispondere al dovere del credente.
La quasi totalità dei Muslimin, usa il misbahah per fare il Tasbih. Se seguissimo il loro esempio, commetteremmo una bid'ah (innovazione). Eppure è una tradizione a cui pochi Muslimin rinunciano.

Per concludere...scrivi che la pecora è l'animale che si deve sacrificare e questo non sarebbe in ogni caso corretto. Il sacrificio del giorno 10 del mese di Dhul-Hijja è un rito importante, ma rimane comunque una Sunnah e non un atto fard (obbligatorio).

Insha Allah ta'Ala prego di non aver commesso errori in quanto scritto e chiedo perdono ad Allah ta'Ala nel caso questo sia accaduto.

Mi auguro anche di avere la possibilità di conoscere quantomeno il sesso del mio interlocutore, così da poterlo chiamare fratello o sorella.

As salamu aleikum wa rahmatuLlahi wa barakatuhu.